foto-autore
Professore associato di Filosofia del Diritto a Verona Carlo Lottieri si è laureato in Filosofia teoretica a Genova con Alberto Caracciolo e ha proseguito gli studi a Ginevra e a Parigi, dove ha conseguito un dottorato di ricerca sotto la guida di Raymond Boudon. I suoi studi hanno prestato una particolare attenzione alla tradizione liberale, al diritto naturale, al realismo politico e alla teoria neofederale. È uno dei fondatori dell’Istituto Bruno Leoni, di cui è direttore del dipartimento di Teoria politica. Tra le sue pubblicazioni: Il pensiero libertario contemporaneo, Macerata, Liberilibri, 2001; Le ragioni del diritto. Libertà individuale e ordine giuridico nel pensiero di Bruno Leoni, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006; Credere nello Stato? Teologia politica e dissimulazione da Filippo il Bello a WikiLeaks, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2011; Un’idea elvetica di libertà. Nella crisi della modernità europea, Brescia, La Scuola, 2017.

Carlo Lottieri

La Lega nella morsa tra federalismo e nazionalismo

L’intervista rilasciata a “La Repubblica” da Umberto Bossi, in cui il vecchio leader della Lega ha accusato Matteo Salvini di avere dimenticato il Nord, è per tanti aspetti legata al passato.
> Leggi tutto

Il prete veneto che dà voce al suo popolo perché lo ama

Era già intervenuto all’incontro di fondazione della formazione che ha unificato i vari gruppi indipendentisti – il Partito dei Veneti – attirando su di sé la curiosità di molti.
Ma quando nei giorni scorsi don Floriano Pellegrini ha...
> Leggi tutto

Venezia non ha bisogno di aiuti, ma di affrancarsi da Roma

Venezia, venerdì 15 novembre, è tornata sott'acqua. Si è arrivati alla quota di 156 cm e chi conosce la città capisce cosa questo vuol dire. Ogni piano terra è stato di nuovo invaso dall'acqua e i vaporetti hanno smesso di fare il proprio...

> Leggi tutto

Condannare i catalani? Una sentenza politica e autoritaria

( pezzo pubblicato su LA PROVINCIA di Como)
 
È una scelta scellerata quella compiuta dal Tribunale supremo di Madrid: un’istituzione formalmente giudiziaria, ma in realtà di nomina politica. Le pesanti condanne ai prigionieri...
> Leggi tutto

Puigdemont: l'autonomia? Ci provammo nel 2008

Lontano dalla Catalogna ormai da due anni, Carles Puigdemont è l’esiliato più famoso d’Europa. Già presidente della comunità catalana e costretto a lasciare Barcellona all’indomani del referendum indipendentista contestato da Madrid,...
> Leggi tutto

Un mezzogiorno in cerca di emancipazione?

Al Sud accadono cose. Se solo un anno fa prevaleva la tesi secondo la quale il Mezzogiorno sarebbe ormai diventato un territorio interamente “grillino” (interessato solo al reddito di cittadinanza), oggi le cose appaiono del tutto diverse.
> Leggi tutto

Sturzo: no al centralismo statalista, per liberare il Sud

Nel momento in cui ricorrono sessant’anni dalla morte di don Luigi Sturzo è opportuno chiedersi cosa egli direbbe dinanzi al fallimento dello Stato italiano
> Leggi tutto

Perché Miglio, oggi, avverserebbe la Lega

Ricordare la lezione di Gianfranco Miglio non è mai semplicemente rievocare uno studioso di raffinata cultura e un teorico di grande originalità, perché egli è stato anche un protagonista della vita pubblica del dopoguerra,
> Leggi tutto

La "guerra del Prosecco" non aiuta nessuno

In alcune realtà del Mezzogiorno (anche se c’è da dubitare che l’iniziativa abbia successo) è stato avviato un boicottaggio contro i vini veneti.
> Leggi tutto

In difesa del regionalismo contro il Leviatano uniformante

Nel dibattito sul regionalismo differenziato è diventata cruciale la questione dell’istruzione. In effetti, tra le competenze che le regioni del Nord hanno chiesto di gestire in prima persona quella più importante è l’educazione: non solo...
> Leggi tutto

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e le pubblicazioni?

Iscriviti alla nostra newsletter. Non ti invieremo spam, promesso!