foto-autore
Avvocato Roberto Brazzale, 56 anni, avvocato, si è laureato in giurisprudenza all'Università di Padova con una tesi di diritto comunitario sulle Organizzazioni Comuni di Mercato nel settore agricolo. E' iscritto all'ordine degli avvocati di Vicenza dal 1997. Rappresenta la settima generazione della famiglia Brazzale, originaria dell’Altopiano di Asiago, la più antica d’Italia nella produzione di burro e formaggi, attiva almeno dal 1784. Ha curato personalmente la nascita e lo sviluppo della Filiera Ecosostenibile Gran Moravia e di tutti i progetti innovativi del gruppo, di cui è anche responsabile affari legali e finanza. Ha creato e cura personalmente lo sviluppo la catena di negozi al dettaglio "La Formaggeria Gran Moravia", che conta 20 negozi e 1,5 milioni di scontrini all'anno tra Repubblica Ceca e Cina. E’ Presidente del c.d.a. della società Florentis holding del gruppo Brazzale e membro del c.d.a. della società Martina s.r.l. che opera attraverso la partecipata brasiliana “Agropecuaria Ouro Branco lt.da” nel settore della carne bovina sostenibile e silvicoltura in Brasile. E’ stato per due mandati membro effettivo del “Forum for a Better Functioning Food Supply Chain” in seno alla Commissione UE; dal 1990 è nel Consiglio di Assolatte - Associazione Italiana dell'Industria Lattiero Casearia, di cui dal 2011 è membro della giunta esecutiva. Ha studiato al Conservatorio di Vicenza organo e composizione organistica con Pio Benedetto Nocilli ed al Conservatorio di Padova composizione con Wolfango dalla Vecchia. E' presidente dell'Ass. Culturale Amici della Musica di Asiago “Fiorella Benetti Brazzale” e del festival internazionale di musica “Asiagofestival”.

Roberto Brazzale

Il Sovranismo è sbagliato, la via giusta è la Sussidiarietà

Il "sovranismo", come lo stiamo conoscendo in Italia, rappresenta la risposta sbagliata a quello che è , a sua volta, il fallimentare progetto unionista della UE, poiché mira a replicare su scala nazionale gli stessi difetti della UE:...

> Leggi tutto

Il Sole, 24 ore di propaganda anti-Visegrad

Confindustria, organizzazione dominata dalle aziende governative, attraverso il suo organo di stampa sembra davvero impegnata a completare un'opera sistematica di mistificazione della realtà filo-eurista denigrando le straordinarie conquiste dei...

> Leggi tutto

Praga insegna che le "rivoluzioni di velluto" sono possibili se il popolo ci crede

Oggi si festeggiano in tutta la Repubblica Ceca e Slovacca i trent'anni dalla "Rivoluzione di velluto", che liberò definitivamente quel paese dal giogo dell'occupazione straniera e del regime comunista.Avvenne tutto senza violenza né spargimento...

> Leggi tutto

Il taglio dei parlamentari è demagogia ipocrita

Lasci ogni illusione chi plaude alla riduzione dei parlamentari della funesta Repubblica. Non soltanto perché il risparmio sarà subito inghiottito dal buco nero della spesa pubblica: l’Italia, infatti, non spende quanto può, ma tutto quello che...
> Leggi tutto

Intervista a Roberto Brazzale

Riportiamo di seguito l'intervista concessa dall'imprenditore veneto Roberto Brazzale alla testata Italia Oggi e pubblicata in data 2 Ottobre 2019

Domanda: Avvocato, lei ha anticipato Greta di 15 anni. Ha iniziato a piantare alberi nelle sue...

> Leggi tutto

Dobbiamo pagare 20 milioni di Volkswagen Golf alla Germania, e non sappiamo come farlo

«Dobbiamo pagare 20 milioni di Volkswagen Golf alla Germania 80 km di coda, e non sappiamo come farlo. Ha presente?». L'infinita distesa di lamiere metallizzate un po' impressiona ed evoca camicie brune in marcia, ma a Roberto Brazzale le...

> Leggi tutto

Da Nardini a Zonin, ovvero la deriva della vi-cen-ti-ni-tà

Rendere omaggio alla figura di Giuseppe Nardini, grande imprenditore e signore, significa ricordare senza false ipocrisie le vicende che ebbe a subire quale presidente della Banca Popolare di Vicenza. I veneti in generale, ed i vicentini, in...

> Leggi tutto

DRAGHI, LO ZONIN D’EUROPA.

Così, anche l’ultima pietosa illusione è definitivamente sfumata. La Popolare di Vicenza non vale più nulla, nella migliore delle ipotesi, ed i vecchi soci sono costretti ad offrirla “nummo uno”, sperando che qualcuno, volente o nolente, arrivi a...

> Leggi tutto

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e le pubblicazioni?

Iscriviti alla nostra newsletter. Non ti invieremo spam, promesso!