Politica

Migliaia di catalani manifestano a Strasburgo

Redazione
Redazione
2 luglio 2019

In occasione dell'insediamento del nuovo Parlamento Europeo, molte migliaia di catalani si sono recati a Strasburgo per protestare contro la Spagna che ostacola l'entrate nelle funzioni da parlamentari dei regolarmente eletti Puigdemont, Comin (entrambi esuli in Belgio) e Junqueras (carcerato a Madrid).

Già da ieri un fiume di persone ha cominciato ad affluire nella città francese che ospita una delle due sedi del Parlamento Europeo. Molti hanno denunciato di aver subito perquisizioni e trattamenti bruschi dalla polizia di frontiera spagnola, cosa testimoniata anche dai numerosi baschi che per solidarietà e unità d'intenti stanno recandosi a manifestare assieme ai catalani.

Puigdemont e Comin sono vicino al confine con la Francia e stanno valutando se attraversarlo, per recarsi al Parlamento, avendo saputo che la Spagna avrebbe inviato poliziotti incaricati di arrestarli con la tacita complicità delle autorità francesi.

Una situazione complessivamente paradossale e incredibile, nella quale ogni principio democratico viene calpestato con totale disprezzo dei principi del diritto e delle persone. Non rimane che attendere l'evoluzione dei fatti e, intanto rimanere ammirati dalla determinazione di un popolo come quello catalano che si batte per la propria libertà, ma che sta aprendo la strada anche agli altri e sta mettendo in evidenza il reale degrado e la deriva della democrazia in Europa dietro la facciata delle istituzioni ufficiali.

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e le pubblicazioni?

Iscriviti alla nostra newsletter. Non ti invieremo spam, promesso!